CAFFE’?

 

 Gli ultimi anni li ho passati dietro il banco di una “famosa” gelateria CAFFETTERIA,  quella da cui mi sono licenziata, (si si proprio quella li) facevo sia le colazioni che il pranzo….

Va bene, il mondo è bello perché  vario, incredibile però quando fai una semplice domanda tipo……..    CAFFE’?? La gente  risponde  con altrettanta semplicità   proprio come se fossero a casa , Si grazie, “corto” a me “lungo”, me ne fa un o “macchiato”? Fino a qui tutto bene,  questi  li chiamiamo” caffè  normali”, il bello arrivava  a  pranzo, quando entravano i vari  gruppi, c ‘erano quei  gruppi un po’ ” sofisticati”….. “Buon giorno signori, quanti caffe ”? E loro cominciavano: io lo vorrei macchiato, io corto grazie, io corto e macchiato, io normale ma   con una goccia di CIOCCOLATA, ci da il “bricchetto”?   E  li, il caos e quelli che sembravano cosi  milanesi dentro, (dai, quelli che un pò se la tirano…)  rivelavano quello che tutti abbiamo e cioè grazie al cielo il nostro “bambino interiore” quindi per quanto fossero sofisticati alla vista e a sentirli parlare, la  parola cioccolata non riusciva a trattenerli e  no si capiva più niente,   finalmente ci si divertiva, troppo carini mentre si versavano dal bricchetto la cioccolata, ripulivano lo stesso col cucchiaino….E uscivano felici!!!!!!

Poi c’erano quelli organizzati, i “casuall”; BUON GIORNO!! Ne vogliamo  otto di cui : uno macchiato caldo, uno solo schiumato (che vuol dire senza latte), uno con la panna e una spruzzata di cannella, uno solo con la cannella, due marocchini DI CUI uno DECA ffeinato, uno in tazza fredda e uno con un cubetto di ghiaccio!!!! Tutto d’un fiato, io prendevo la comanda, mi giravo e ripetevo  al  collega con l’orecchio teso e e le mani pronte sulla macchina del caffè.  Avete presente quel famoso film con LINO BANFI? “Vieni avanti cretino?” Ecco a volte mi sentivo lui….

C’era chi si faceva scaldare la tazza sotto il getto di vapore caldo, chi se la faceva raffreddare in mezzo al ghiaccio, chi, era a dieta ma come faceva a rinunciare proprio quel giorno al caffè con la panna? E quello col gelato? NO non parlo DELL’AFFOGATO, parlo di quelli che “di nascosto “ ( si perché in “quella gelateria” non si poteva viziare troppo il cliente)   volevano un cucchiaino di gelato nella tazzina del caffè!!!  Mammamia, il moccaccino, il caffettino, il marocchino, il macchiatone , lo schiumato , il corretto, il corto, il lungo, lo shakerato,  l’americano in tazza piccola macchiato, l’americano in tazza la  grande, l’americano col deca!!!!

 Il decaffeinato  perché  ho la tachicardia, il normale perché fa bene al cuore, l’orzo perché sono naturalista, il ginseng …..

IL GINSENG!!!!  Io  penso che un caffè non faccia male a nessuno, sono gli  eccessi  che ci fanno male, e sono i pasticci le schifezze, bisognerebbe solo mangiare più sano e un buon caffè con la panna non potrà mai farci male quanto un ginseng tutti i giorni…..   Sapete che nel ginseng  c’è il latte, il glucosio, gli aromi, la caffeina….???  Sono  contro  il decaffeinato per come viene trattato il caffè, mi sono inorridita a leggere gli ingredienti del ginseng…  

Comunque questo è il bello di essere diversi,  io  mi sono divertita e ho voluto bene a tutti i miei clienti, li ho viziati, coccolati   ad alcuni con grande soddisfazione ho fatto smettere di bere il decaffeinato.

Sono un po’ naturalista  ma con la giusta testa, non sopporto l’estremismo, ma forse questo è un altro discorso…….

43 pensieri su “CAFFE’?

  1. caspita immagino quanta pazienza avrai dovuto avere di fronte a certi atteggiamenti e a richieste insulse ed esasperanti!
    a me piacerebbe il caffè al ginseng ogni tanto ma come giustamente dici tu è malsano e nasconde ingredienti poco salutari , e lo spacciano il più delle volte per toccasana! (da quando poi ho scoperto d essere celiaca, il ginseng che spesso contiene glutine , per me poi è bandito!)
    brava viviana, diffondi informazioni vere e importanti per il nostro benessere fisico e non solo!
    daniela

    Mi piace

  2. A Roma, quando andavo in un bar, mi limitavo a chiedere un caffè; qui al Nord, chiedo un ristretto.
    Oggi pomeriggio, tanto per dire, ho omesso l’aggettivo e mi hanno portato un caffè in una razza da the. Non va bene 😉

    Mi piace

      1. Le nostre città hanno buttato le proprie identità nel secchio e l’Italia dei campanili non esiste più, soffocata in una dimensione sovranazionale cui non siamo, come popolo, pronti.
        In provincia, stai in provincia, ma almeno vivi tranquillo.

        Mi piace

      2. La penso esattamente come te, il mio progetto è di crearmi qualcosa da un altra parte…. io adoro il mare e le temperature miti….ma poi basta con questo stress, correre di qua e di la senza concludere niente, i bambini sono gia nevrotici da piccoli… Hai fatto bene ad andartene.

        Mi piace

      3. Io ho fatto tesoro del timore di perdere il lavoro e mi sono buttato, scommettendo su me stesso. Oggi vivo bene, ho affrontato dubbi, perplessità, estraneità ai luoghi e alle persone (arrivato qua non conoscevo nessuno), lontananza, insomma un bel carico; dopo un paio d’anni, oggi affermo di aver fatto una scelta oculata. E sto bene.

        Mi piace

      4. Con me sfondi un portone… Ma come non hai sentito della “pazza” che a
        Milano si è licenziata? Lasciando un lavoro sicuro? Ahahah il coraggio non mi manca ma ancora devo sistemare delle cose….

        Mi piace

  3. Cara Viviana è proprio vero…io adoro il caffè…a me piace con un goccino di latte(anche se bisognerebbe berlo normale…)ma tutti questi caffè e al cioccolato ,marocchino,e mocaccino…ecc….nn è caffè!!!Beviamoci un classico caffè senza farci venire le convulsioni😂😂😂buona giornata

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...